Alla scoperta di Rieti in bicicletta, la ciclabile della Conca Reatina

rieti-ciclabile07


Rieti, con le sue colline verdi, la natura incontaminata e le sue maestose montagne è il luogo ideale per trascorrere un weekend all’insegna di rilassanti passeggiate o escursioni in compagnia.

Da reatino, conosco bene il territorio e spesso mi rendo disponibile ad accompagnare qualche amico per condividere la bellezza di luoghi o sentieri caratteristici.

Sabato mattina insieme al mio amico Paolo, decidiamo di farci una bella passeggiata ciclo-turistica. Il meteo è dalla nostra parte, è una bella giornata di sole e c’è poco vento. Partiti dal piazzale della Coop Futura (all’incrocio tra Via Molino della Salce e Via Fratelli Cervi) ci dirigiamo verso la lunga pista ciclabile della valle reatina.

rieti-ciclabile22

La via è una delle più amate e frequentate del Lazio, può essere percorsa sia in senso orario che antiorario, in alcuni tratti la strada attraversa vie provinciali e comunali a scarso traffico. Con i suoi 22km la ciclabile, partendo dal centro di Rieti, attraversa la frazione di Chiesa Nuova, i comuni di Greccio, Contigliano e chiude l’anello oltrepassando il fiume Velino e la stazione ferroviaria di Terria.

Durante la pedalata ci immergiamo nel verde respirando i profumi della natura e ammirando il fascino dei campi coltivati che ci circondano.

Completato l’itinerario, decidiamo di prolungare la nostra pedalata includendo un giro per il centro storico.
Da Via Velinia attraversiamo il ponte e prendiamo la ciclabile che segue la Via Lungovelino fino all’incrocio con Viale Lionello Matteucci. Da qui attraversiamo la strada e costeggiano la zona pedonale che segue il fiume Velino raggiungendo la zona del Borgo. Risaliamo Via Roma fino a piazza Vittorio Emanuele II e dalla piazza principale scendiamo contromano Via Giuseppe Garibaldi per circa 600m fino a raggiungere un vicolo sulla destra che ci collega con una delle zone di Rieti che amo di più: la Via dei Pozzi.

Percorrendo i vicoli stretti di questa parte della città ho sempre l’impressione di tornare indietro nel tempo, è una sensazione molto piacevole e romantica. Raggiunta Via delle stelle, procediamo per un breve tratto lungo la Via Salaria, per circa 320m fino a ricollegarci con l’itinerario pedonale che costeggia di nuovo il fiume Velino fino al Ponte Romano. Qui è possibile allungare ulteriormente l’itinerario facendo una visita alle Antiche fonti di Cottorella oppure è possibile chiudere il giro tornando al punto di partenza.

Se siete interessati a ripete il nostro itinerario, vi lascio il download della traccia gps in formato GPX. Buona pedalata!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>