Recensione Salewa Mountain Guide 38 PRO


In questo articolo voglio condividere la mia esperienza di utilizzo sullo zaino che ho scelto come compagno per le mie avventure, il Salewa Mountain Guide 38 Pro.

Quando decisi di aggiornare il mio zaino, ero alla ricerca di qualcosa che potesse essere compatibile sia con le mie passeggiate escursionistiche/trekking che con le mie uscite alpinistiche, dopo aver analizzato diversi marchi e modelli, presi in seria considerazione questo prodotto, principalmente per la sua versatilità.

Il Mountain Guide 38 PRO nasce come prodotto orientato ai professionisti del settore, guide alpine e accompagnatori, lo zaino pesa circa 1.750 grammi ed è realizzato in tessuto Nylon Cordura 500D, molto resistente agli strappi e abrasioni. Tra le caratteristiche che ho subito apprezzato di questo prodotto segnalo il sistema Contact Fit Pro che garantisce un unione perfetta tra lo zaino e chi lo indossa, utilissimo in passaggi su roccia o arrampicata. Particolarmente valido il portamateriale e portapiccozza sul cinturino a vita, la retina porta casco e il comodo sistema di idratazione con tubicino laterale.

salewa-mountain-guide-38-PRO-14

Nelle fasce laterali dello zaino sono presenti, oltre alle linguette blocca-corda, dei lacci per il fissaggio parallelo e diagonale (con laccio rosso nascosto) degli sci. Nella parte frontale dello zaino sono presenti, una comoda Daisy Chain, utile per attaccare moschettoni o attrezzatura alpinistica varia, lacci gialli, per regolare la chiusura dello zaino, una zip verticale a chiusura stagna (AquaGuard Zipper), comodissima per accedere all’interno dello zaino quando si trasporta una corda. Degni di nota gli anelli con chiusura in feltro che insieme ai cordini elastici regolabili dall’interno, garantiscono un’ottima stabilità alle piccozze, un po’ meno ai bastoncini da trekking. Internamente, il Mountain Guide 38 PRO è diviso da una sezione principale (accessibile dall’esterno) e una secondaria dove inserire gli attrezzi per il recupero dei dispersi (pala, sonda e ARTVA) e o materiale per il primo soccorso.

Durante l’utilizzo dello zaino ho trovato molto scomodo il sistema di bloccaggio dei bastoncini da trekking che rimangono sempre troppo lenti, inoltre lo zaino, nato per guide alpine e professionisti della montagna, non prevede un alloggio dedicato ai ramponi, ci sono rimasto male.

salewa-mountain-guide-38-PRO-12

In definitiva, consiglierei di acquistare questo zaino?
Personalmente mi ritengo molto soddisfatto dell’acquisto fatto, il Mountain Guide 38 PRO è un ottimo compagno di avventure sia in escursionismo che in alpinismo, sia in estate che su neve, è resistente e ho sempre posto per la mia attrezzatura ma conoscendo le sue caratteristiche e soprattutto il prezzo non lo consiglierei, ad esempio, a chi pratica solo escursionismo o trekking, sarebbe come avere una Ferrari e andare a 60km/h.

In effetti i principali vantaggi offerti da questo zaino si sfruttano principalmente in ambito alpinistico e sci-alpinistico, per l’escursionista rimarrà sicuramente un prodotto comodo da utilizzare e validissimo ma vale davvero la spesa?

E voi, come vi siete trovato con gli zaini Salewa?
Buona montagna a tutti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *