paragliding review


“La Scooter 2, viene presentata come una vela dall’alto livello di sicurezza, progettata essenzialmente per i primi voli di Cross Country.”

Ho aspettato a lungo prima di scrivere questo articolo in modo da avere più informazioni possibili in merito ai comportamenti espressi da questa macchina ma soprattutto alle sensazioni percepite volando questa vela EN B+ prodotta dalla SkyCountry, marchio ucraino presente sul mercato dal 1995.

Tutte le considerazioni che ho riportato si basano sulla mia esperienza di pilota amatore con circa 3 anni di presenza nel mondo del volo libero e una media di 80 ore di volo ogni anno.

Come descritto dalla stessa azienda produttrice, la Scooter 2 si presenta come sorella minore della EN C Mystic-4. Orientata a piloti amatori/esperti, la Scooter 2 viene presentata come una vela dall’alto livello di sicurezza, progettata essenzialmente per i primi voli di Cross Country. La vela, nella taglia M (attualmente unica misura certificata) è progettata per una range di peso 80/98kg, ha una dimensione di 24,5mq e ha un aspect/ratio di 5,81con 59 celle.

Tra le caratteristiche più importanti da segnalare, relative al nuovo progetto 2020: presa d’aria Air Scoop, doppio taglio 3D, stecche in plastica, redesign dei fori e sistema di tensione della superficie superiore più altri piccoli miglioramenti meno evidenti. Per tutte le altre info tecniche, vi rimando alla pagina di dettaglio Scooter 2, sul sito ufficiale Sky Country.

DECOLLO
Stesa adeguatamente sul terreno, il gonfiaggio della vela avviene in modo lento ma simmetrico. La salita è uniforme fino al gonfiaggio delle bocche che richiedono poi un pronto e rapido controllo di frenata da parte del pilota, prima dello stacco.

VOLO LINEARE
In volo, la Scooter 2 risulta molto stabile, si muove decisamente di più rispetto ad un B basico ma la pressione sulla superficie della vela rimane sempre costante e resistente alle chiusure.
Le reazioni della vela sono lente e lasciano tutto il tempo di correggere eventuali imprecisioni del pilota. Per avere evidenza dei comportamenti della macchina, ho volutamente provocato un paio di chiusure asimmetriche sia a Trim che a tutta speed e in entrambi i casi la vela si è scaricata solamente nella parte anteriore del bordo, riaprendosi velocemente e tornando al volo lineare in modo composto e senza movimenti violenti/allarmanti. Nessuna sorpresa anche nel caso delle grandi orecchie.

Nel volo a Trim la Scooter 2 risulta molto stabile e mantiene una buona efficienza, utilizzando mezza pedalina di speed oltre ad aumentare la velocità in molti casi si migliora l’efficienza e la stabilità. A tutta speed la vela vola sui 50km/h circa e mantiene la sua stabilità.

TERMICA
In termica la vela risulta molto dinamica ma sicura e quindi divertente da manovrare. Quasi impossibile da far chiudere (nelle mie 80 ore di volo ho avuto giusto un paio di piccole chiusure marginali), la Scooter 2 riesce a trasmettere una buona sensazione dell’aria intorno a noi e ci aiuta costantemente nel capire il “core” della termica, mantenendo grandi performance e un ottimo rapporto perdita/guadagno di quota.

FEELING INIZIALE
Il feeling iniziale è stato quello di avere tra le mani una vela molto allungata, nei primi voli si subisce un pò questa caratteristica. La vela, come già descritto nella recensione, è molto dinamica, si muove molto di più rispetto ad un B basico e l’errore che si è portati a fare, venendo da un B basico (Discovery 5 a/r 5.2) è quello di sovracorreggere questi comportamenti in quanto la vela rimane sempre in pressione.

9 Settembre 2020

Recensione vela Sky Country Scooter 2, parapendio EN B+

“La Scooter 2, viene presentata come una vela dall’alto livello di sicurezza, progettata essenzialmente per i primi voli di Cross Country.” Ho aspettato a lungo prima […]